Blog

Il Sogno di Marta

“Il Sogno di Marta”, è un racconto finalista del Premio Letterario Nazionale Poesia a Chiaromonte VII^ edizione, e anche della 31^ edizione del Premio Letterario Nazionale Trichiana Paese del Libro. Viviamo tutti sullo stesso pianeta, ma ognuno di noi lo vede in modo diverso. Mi chiamo Marta, ho centoventicinque anni e non riesco a ricordare…
Leggi tutto

I 5 consigli per sopravvivere nella stessa casa con una donna.

Per farla breve, si potrebbero riassumere in: Non fare rumore! Non contraddirla! Parla poco! Non respirare! Non sporcare! Andiamo però con ordine. I 5 consigli per sopravvivere nella stessa casa con una donna. “Che bello! Finalmente vado a vivere da solo!” Quante volte hai ripetuto questa frase, mentre, con le valige in mano chiudevi la…
Leggi tutto

Da MTV a Papa Francesco, chi è Hermes Mangialardo?

Hermes Mangialardo è un creativo a tutto tondo. Ha trasformato la sua passione per l’animazione digitale, in un lavoro ricco di soddisfazioni, ha conquistato anche il cuore di Papa Francesco con un corto corto la violenza sulle donne. Da MTV al Vaticano, passando per i videomapping in tutto il mondo, Hermes racconta i segreti del…
Leggi tutto

10 Curiosità sul crossfit spiegate da un giudice.

Il crossfit è una di quelle discipline che mette a dura prova mente e fisico, possono praticarlo tutti, ma a livello agonistico bisogna avere una certa predisposizione. Le 10 Curiosità sul crossfit spiegate da un giudice. Antonio Cafarella, 33 anni, lucano di origine, è uno dei giudici impegnati nelle diverse competizioni che si diramano ogni…
Leggi tutto

Supereroi senza poteri: il nuovo romanzo di Michele Ungolo

SUPEREROI SENZA POTERI: IL NUOVO ROMANZO DI MICHELE UNGOLO. SCRITTO E AMBIENTATO IN UNA CASA DI RIPOSO DURANTE LA QUARANTENA Michele Ungolo, responsabile di una casa di riposo nel cuore della Basilicata, a Stigliano in provincia di Matera. “Ci si diverte!” Partiamo dal presupposto che in una casa di riposo ci si diverte. Quindi allontaniamo…
Leggi tutto

Case di riposo: gli invisibili!

Non dovevamo ammalarci, non ce lo potevamo permettere, altrimenti, nel giorno dell’addio, saremmo stati solo una miserabile figura creata nella mente dei nostri figli. Nessun ultimo saluto, nessuna cerimonia religiosa, nessuna benedizione, niente di niente, saremmo andati via da soli. Soli, così come quando tutto ebbe inizio. Mi chiamo Vincenzo, ho 92 anni, non ho…
Leggi tutto